IL LAGO DI BOHINJ – LA CASCATA SAVICA – LE GOLE DI MOSTNICA – VOGEL (escursioni giornaliere)

Rilassatevi al lago di Bohinj, fate una passeggiata fino alla cascata Savica e alla gola di Mostnica. Con la funivia salite sul Vogel.

LA CASCATA SAVICA – Di tutti gli affluenti del lago di Bohinj, il Savica è il più importante. Le sue acque sgorgano dal sottosuolo della Valle dei sette laghi di Triglav nella parete di Komarče, come la cascata Savica, che è la cascata slovena più conosciuta e visitata.

www.slovenia.info

slap Savica
Planšarski muzej

IL MUSEO DELLA MONTAGNA A STARA FUŽINA si trova in un caseificio abbandonato, dove, fino a qualche decennio fa si produceva ancora il formaggio. Vi è conservata l’attrezzatura originale. I documenti descrivono la vita dei pastori, la latteria, la lavorazione e il trasporto del formaggio nella valle, i tipici villaggi e le case dei pastori di Bohinj. All’interno del museo è esposta una riproduzione di un capanno di pastori del monte Zajamniki del 1849.

www.slovenia.info

villaggio di Stare Fužine. L’azione erosiva dell’acqua ha formato una gola di due chilometri, luogo ideale per un’escursione piacevole e non impegnativa vicino al lago di Bohinj. Nei punti in cui l’alveo del fiume si ristringe, la gola raggiunge i 20 metri d’altezza. Nella parte alta del fiume la valle si allarga. Questa è la valle idillica di Voje, con prati bellissimi e (per lo più) residenze estive. Nella parte alta del corso d’acqua troviamo un punto di ristoro e la cascata di Voje. Nella gola di Mostnica è possibile fare canyoning.

www.slovenia-trips.com

Korita Mostnice
Vogel.

Il VOGEL si trova nel Parco nazionale del Triglav, sopra la valle di Bohinj. È possibile arrivare a piedi fino alla stazione inferiore della funivia, lungo i sentieri sulla sponda settentrionale o meridionale del lago di Bohinj. È raggiungibile anche con i mezzi pubblici, il battello turistico o in macchina, che è possibile parcheggiare nel parcheggio gratuito. Alla stazione superiore della funivia Vogel, posta ad oltre 1500 metri sopra il livello del mare, si arriva solo in cabina.

Nel favoloso regno di Zlatorog il cuore canta in ogni stagione dell’anno: per i colori sgargianti, i panorami mozzafiato o le molteplici possibilità di trascorrere attivamente il tempo libero in montagna.

www.vogel.si

Vogel
notranjost
images

Mojstrana – la valle di Vrata – Aljažev dom (escursioni giornaliere)

Seguite le orme delle vecchie guide alpine attraverso la valle di Vrata, vicino al museo alpino Sloveno, sulla strada per Triglavska Bistrica fino al rifugio Aljažev dom.

slovenski planinski muzej

IL MUSEO ALPINO SLOVENO – Nel Museo alpino Sloveno il passato e il presente si incontrano. Una ricca collezione di oggetti corredata di approfondite narrazioni storiche, la varietà del materiale fotografico e storico e una vasta  biblioteca tecnica offrono ai visitatori un’ampia visione della molteplicità e dell’importanza nelle attività alpine Slovene.

Il Museo alpino Sloveno, grazie alla sua narrazione storica della vita degli sloveni sulle montagne nazionali ed estere e all’esposizione delle bellezze alpine, manterrà permanentemente il senso e il significato della tradizione alpina slovena. Attraverso i contenuti didattici, educherà le nuove generazioni allo spirito alpino e al rispetto verso la natura.

www.planinskimuzej.si

LA CASCATA PERIČNIK – La Vrata è la nostra valle alpina più conosciuta e probabilmente anche la più amata. La parte superiore della valle termina contro l’alta parete nord del Triglav e, a pochi minuti a piedi dalla fine della strada del rifugio Aljažev dom, si può godere di una bellissima veduta sulla valle. Anche se non avete intenzione di scalare l’Očak potrete sentire la sua maestosità e vedere il simbolo della Slovenia da vicino, senza alcuno sforzo. Sulla strada che conduce alla valle di Vrata una sosta alla cascata Peričnik è d’obbligo. In realtà sono due, ed è anche possibile passare a piedi sotto la seconda! Un’esperienza rinfrescante d’estate e spettacolare d’inverno, quando la cascata è ghiacciata.

www.slotrips.si

Slap Peričnik
Aljažev dom

IL RIFIUGIO ALJAŽEV DOM è situato ai margini della foresta, nella parte alta della valle di Vrata. Prende il nome da Jakob Aljaž (1845-1927), il prete del Triglav, originario del villaggio Dovje, compositore e scrittore, a cui si attribuisce il merito di aver sviluppato l’alpinismo sloveno e di essersi opposto alla denazionalizzazione dei monti del Triglav.

Dall’ Aljažev dom si gode di una bellissima vista sulle montagne che circondano la valle di Vrata, la più bella è la vista sulla parete Nord del Triglav. A est si possono ammirare le pareti di Cmira, a sud le pareti di Begunjski vrh e, a destra, sopra la parete del Triglav, la cima del Triglav. Dal monumento si vedono l’intera parte superiore della valle di Vrata, fino alla parete del Triglav, e il passo Luknja, tra i monti Triglav e Pihavec. A ovest si trovano le pendenze ripide di Stenar, Dolkova špica, Škrlatica e Rokav; verso nord, sul lato ovest della valle, le pareti di Dovški križ, Škrnatarica e Kukava špica, sul lato est, la collina boscosa di Črna gora.

www.slovenia.info

IL SENTIERO TRIGLAVSKA BISTRICA risale la valle, iniziando al centro del parco Pri Rosu, proprio all’ingresso della Vrata. Il percorso segue soprattutto il sentiero Triglavska Bistrica e solo per brevi tratti si congiunge con la strada. La strada che conduce alla parte superiore della valle, ai piedi della parete nord del Triglav, è lunga 10 chilometri; compresa la visita alla cascata Peričnik, il tempo di percorrenza è di circa 3 ore a piedi. Il percorso si può abbreviare a piacere e si può scegliere di visitare solo i luoghi di maggiore interesse. È contrassegnato dalle tipiche targhe e, in corrispondenza dei punti informativi, sono presenti dei pannelli esplicativi.

Il Triglav è un monte e un simbolo che attira molti visitatori nella valle Vrata, per lo più alpinisti. Il parco nazionale prende il nome proprio dalla montagna e ai suoi piedi si trova la fonte di Triglavska Bistrica, che dà il nome al nostro percorso, lungo il quale sarete accompagnati sempre da  Triglavček (la mascotte che indica il sentiero) – fino a che non raggiungerete il punto in cui si vede la montagna vera!

www.tnp.si

Pot Trig. bistrice
prenos (2)
Slap
Slap v ledu
S Triglavska stena
dolina Vrata
prenos

KRANJSKA GORA – VRŠIČ – LA VALLE DEL FIUME SOČA (O VALLE DELL’ISONZO) – TRENTA (escursione giornaliera)

Fate un giro a Kranjska Gora, un salto a Vršič, attraversate la valle del fiume Soča e salite fino alla bellissima sorgente dall’acqua color smeraldo di Trenta.

jezero Jasna

IL LAGO JASNA – Prima di affrontare le prime curve, sulla strada verso Vršič, fate una breve sosta sulle rive del lago Jasna. Il lago è formato da due laghi artificiali collegati tra di loro, alla confluenza dei torrenti Velika Pišnica e Mala Pišnica.

Intorno al lago potrete passeggiare lungo sentieri curati o fermarvi a pescare. Il lago è, infatti, ben noto per la pesca. È permessa però solo la pesca a mosca.

www.kranjska-gora.si

RUSKA KAPELA è una cappella costruita in memoria dei soldati russi, che sono stati sepolti da una valanga di neve durante la costruzione della strada che attraversa (il passo) Vršič. È stata costruita nell’anno 1916. Accanto ad essa si trova la tomba dei soldati.  Sul monumento tombale, a forma di piramide, c’è scritto, in russo: “Ai figli della Russia”.

www.slovenia.info

Ruska kapela
ajdovska

AJDOVSKA DEKLICA – Sulla strada verso Vršič potrete ammirare una delle più belle opere d’arte plasmate dalla natura. Si tratta dell’immagine pietrificata di una giovinetta chiamata Ajdovska deklica, che giace sulla parete nord del monte Prisank e che si vede al meglio dal colle panoramico vicino al rifugio Poštarska koča di Vršič. È anche possibile ammirarla dal rifugio Erjavčeva koča.

La leggenda narra che questa creatura mitologica profetizzò al figlio di un cacciatore che costui avrebbe abbattuto il favoloso camoscio bianco Zlatorog. Le altre donne dei monti vicini, sentendo questa inaudita profezia, si infuriarono a tal punto da trasformare la malcapitata ragazza in roccia…

www.kranjska-gora.si

IL PASSO VRŠIČ (1677m) è il passo automobilistico più alto della Slovenia e collega le regioni Primorska e Gorenjska. La strada, costruita dai prigionieri di guerra russi, attraversa le Alpi Giulie e il panorama invita i viaggiatori a fare una sosta. La passeggiata offre una bella vista sulla parete del monte Prisojnik e sulle altre cime che circondano il passo.

prelaz Vršič
Kobarid

IL MUSEO DI TRENTA presenta la vita di una volta a Trenta, una ricca collezione del patrimonio etnologico, culturale e storico della valle di Trenta.

Interessante da vedere è la ricostruzione di una tipica casa di Trenta con la sua cucina nera, che mostra la vita e la cultura di un tempo. Della storia alpina si possono vedere alcuni oggetti utilizzati dai pionieri dell’alpinismo nelle loro scalate in montagna.

www.sloveniaholidays.com

IL MUSEO DI KOBARID DELLA 1° guerra mondiale

www.kobariski-muzej.si

LA CASCATA DI KOZJAK – In un piacevole boschetto, a mezz’ora a piedi da Kobarid, si nasconde una delle più belle cascate Slovene – Veliki Kozjak (la grande Kozjak). Man mano che ci si avvicina ad essa, le pareti si stringono e il percorso attraversa varie volte il torrente su piccoli ponti. Il torrente Kozjak si riversa in uno stagno in mezzo ad un anfiteatro di roccia. La bellezza della cascata e la semplicità dell’approccio sono i principali “colpevoli” della grande affluenza di turisti.

www.slovenia-trips.com/

slap Kozjak
Ajdovska deklica
izvir
ruska kap.

KRANJSKA GORA – RATEČE – PLANICA –TAMAR (escursioni giornaliere)

Visitate Kranjska gora, fermatevi alla riserva naturale di Zelenci, mettetevi le scarpe da passeggio e proseguite fino al Centro sci nordico Planica e poi fino alla valle di Tamar.

Zelenci.

RISERVA NATURALE DI ZELENCI – Trovate il laghetto di Zelenci subito dopo il villaggio di Podkoren sul lato sud della strada principale. Questa riserva naturale ospita tante specie vegetali, anche piante carnivore, e, tra le specie animali, sono notevolmente rappresentati gli anfibi e gli uccelli nidificanti.

Potete camminare senza danneggiare la natura su una speciale passerella di legno fino al lago e alle paludi. Un’indimenticabile esperienza verde.

www.kranjska-gora.si

IL CENTRO SCI NORDICO PLANICA – Il Centro di sci nordico di Planica è un luogo straordinario che consente di proseguire la tradizione del salto dal trampolino, gli allenamenti degli sciatori e le gare di fondo…

Nel Centro sci nordico Planica sono stati costruiti 7 nuovi trampolini con le relative strutture ed è stata effettuata la ristrutturazione del trampolino gigante dei fratelli Gorišek.

Nella parte centrale, che rappresenta il fulcro del centro dedicato allo sci di fondo e al salto con gli sci, si trovano una piattaforma panoramica, un museo alpino su due piani, una galleria del vento e i locali di ristorazione.

È possibile fare fondo sia nel periodo invernale, sulle piste da fondo esterne,  sia d’estate, nell’apposita struttura coperta.

Provate la discesa con la carrucola – Planica Zipline!

I visitatori più piccoli si possono divertire nel parco avventura per bambini e nell’angolo per bambini nella parte centrale della struttura per il fondo.

Partecipate alle visite guidate della struttura centrale e dei dintorni!

www.nc-planica.si, www.kranjska–gora.si

Planica zima
Tamar pod Poncami

LA VALLE TAMAR POD PONCAMI è una delle più belle valli glaciali delle Alpi Giulie, all’estremo nord-ovest della Slovenia. In passato, gli agricoltori locali hanno disboscato la foresta, riadattato la valle e costruito un capanno di pastori, l’attuale rifugio alpino Dom v Tamarju (1108 m). Ad ovest svettano le creste di Mojstrovka (2366 m), Travnik (2379 m), Jalovška škrbina (2138 m) e Goličica (2394 m), e a est, la cresta di Ponc. Ai piedi della valle, non lontano dal rifugio alpino, si trova la bella sorgente del Natisone, che scompare velocemente nella ghiaia, per poi riaffiorare come Sava Dolinka e Zelenci.

www.mojsvet.info, www.kranjska-gora.si

Zipline
Tamar
Zel.